Il ministro dello Sviluppo economico: "La certezza deve essere l'elemento di fondo delle nostre scelte"

(LaPresse) “Da quando sono al governo, ho cercato di dare un quadro di certezze. Nel senso che le decisioni dovevano essere decisioni che permettano di dare prospettive di certezza. Quello che non doveva essere consentito era dire ‘riapriamo’ e poi, il giorno prima, dire ‘chiudete’. La certezza deve essere l’elemento di fondo”. Lo ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, a margine del convegno promosso da Confcommercio per la presentazione del rapporto sulle attività dopo un anno di pandemia. “Questo è il criterio che ha ispirato i tavoli, i confronti. In una cabina di regia, dove ci sono il ministro dell’Istruzione, della Sanità, il ministro dello Sviluppo economico, io facevo la parte del ministro dello Sviluppo economico, di coloro che mi chiedevano di poter lavorare. Quindi le scelte alla fine sono sempre il risultato di una sintesi di posizioni diverse che devono essere contemperate. La decisione è quella di dare una prospettiva di certezze. A questo punto è definita nelle date che conoscete”, ha aggiunto Giorgetti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata