Il presidente del Consiglio vede il premier Dabaiba

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è giunto a Tripoli, in Libia, per la sua prima visita ufficiale all’estero. Il premier è a colloquio con il primo ministro del Governo di unità  Abdulhamid Dabaiba.

“L’Italia è uno dei pchi paesi che ha continuato a mantenere i rapporti con noi, apprezzo che l’Italia abbia mantenuto l’ambasciata a Tripoli, un un periodo difficile. Auspichiamo di poter riaprire lo spazio aereo libico e l’aumento dei visti per i cittadini libici”, ha detto Dabaiba. “L’Eni è molto importante per la Libia per gli investimenti nel settore energia”, ha aggiunto il capo dell’esecutivo libico.

“E’ un governo legittimato dal Parlamento e sta procedendo alla ricostruzione nazionale. E’ il momento per confermare la vicinanza con la Libia, per ricostruire e guardare al futuro. Il prerequisito è che il cessate il fuoco continui e venga rispettato”, ha detto Draghi. 

Ad accompagnare il capo del governo c’è il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. La giornata di Draghi a Tripoli proseguirà al Palazzo storico, per un vertice con il presidente del Consiglio Presidenziale, Mohamed Younis Ahmed al-Menfi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata