La ministra da Biella interviene sul caso della misurazione della temperatura degli studenti

di Andrea Alfano

"Credo che non si possano cambiare le regole come se fosse un gioco 4 giorni prima della riapertura delle scuole". Così il ministro Lucia Azzolina in visita all'IC di Biella II, rispondendo alle polemiche sollevate dai governatori di Piemonte e Campania sul tema della rilevazione della temperatura corporea, che secondo le indicazioni del ministero va misurata a casa e non a scuola. “La nostra scuola, nell'orario giornaliero di uno studente, è forse il luogo più sicuro che c'è” ha spiegato ancora la ministra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata