Lo riporta il sito ilmeteo.it: nelle prossime ore temperature eccezionali, nel fine settimana torna il maltempo

Nelle prossime ore scoppierà un caldo davvero anomalo per la stagione con temperature che raggiungeranno la soglia dei 30°C. Lo riporta il sito de ilmeteo.it. Abbiamo appena superato la prima metà di Ottobre e l’atmosfera continua a mantenere un aspetto ben lontano dagli standard climatici del periodo. Non mancano infatti solo i cieli grigi, le prime atmosfere uggiose, ma anche le temperature continuano a rimanere ben superiori alla media climatologica e anche di parecchi gradi.

Tutta colpa di un promontorio di alta pressione che prende le sue origini dal cuore del continente africano e che contribuirà a mantenere sul nostro Paese un contesto meteo climatico sicuramente più estivo che autunnale, dice ancora ilmeteo.it. Prepariamoci dunque ad un inizio di settimana sotto il segno della stabilità e soprattutto delle temperature davvero eccezionali considerando anche il fatto che, dati alla mano, non si erano mai verificate nel mese di Ottobre due ondate di caldo anomalo.

Detto ciò vediamo più nel dettaglio cosa ci aspetta nelle prossime ore e soprattutto quali saranno le zone più calde. Dopo una mattinata con qualche densa foschia e qualche banco di nebbia sulla Val Padana e cieli in prevalenza poco nuvolosi sul resto del Paese, ecco che nelle ore centrali del giorno e nel primo pomeriggio, la persistenza del bel tempo favorirà una veloce escalation dei termometri che saliranno di parecchi gradi su gran parte del Paese.

Occhi puntanti specialmente sulla Sardegna dove nelle aree interne la colonnine di mercurio potrà toccare la soglia dei 30°C. Tanto caldo per la stagione, seppur con qualche grado in meno, anche al Sud con punte vicine ai 27-28°C sulla Puglia. Saliremo intorno ai 25-26°C invece al Centro e su molti angoli del Nord come ad Esempio Roma, Firenze, Bologna e Ferrara.

Ci sarà invece un angolo del Nord e nella fatti specie il Nordovest dove, nonostante un clima comunque caldo per il periodo, i termometri saliranno in forma meno evidente. Questo per effetto di una maggior presenza di nubi dovute ad un afflusso d’aria umida in risalita dal mare nostrum.
Magra consolazione per gli amanti dell’Autunno, visto e considerato che l’atmosfera anche su queste zone rimarrà comunque sempre ben distante dalla norma.

Per vedere qualche segnale di cambiamento, bisognerà probabilmente attendere la seconda parte della settimana specie da Venerdì quando dal Nord Europa si affacceranno alcune serie minacce. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata