Per la conduttrice dopo 15 anni, la televisione non sarà più un impegno quotidiano: pronta per nuove esperienze

Caterina Balivo ha deciso di prendersi una piccola pausa dalla Tv. La conduttrice ha raccontato che questa parte della sua carriera, almeno al momento, non rappresenterà più il suo impegno principale. La bella presentatrice ha pronunciato un paio di no e, ora, si sente più tranquilla e pronta per nuove esperienze. Recentemente la conduttrice televisiva ed ex modella italiana ha lanciato un podcast che si chiama ‘Ricomincio dal no’ nel quale intervista personaggi famosi, con un titolo che si ispira alla sua esistenza e non solo.
 
“Quando ho scelto di prendere una pausa dalla Tv ho cominciato a pensare che quando si dice un no la vita può cambiare in meglio e in peggio. Parlando con le mie amiche ho scoperto che tutte avevano un no nella propria vita, una sorta di sliding doors che condiziona tutto. È capitato anche a me”, ha raccontato.
 
Caterina Balivo

Caterina Balivo


Poi ha proseguito: “Dodici anni fa ho subito un’ingiustizia. Vivevo a Roma, avevo anche comprato casa. Conducevo ‘Festa Italiana’ che aveva successo e qualcuno ha deciso di non affidare più a me il programma. Vissi quel no come una tragedia. Mi furono proposte trasmissioni meno importanti che rifiutai. Per fortuna frequentavo un ragazzo che viveva tra Roma e Londra, Guido Maria Brera, l’uomo che poi è diventato mio marito, e mi sono trasferita a Milano”. 
 

Caterina Balivo apre un nuovo ciclo

 
“Da quel no si è aperto un nuovo ciclo di carriera e di vita. Ho iniziato a lavorare anche come autrice per nuovi programmi. Ho scritto un libro, ho avuto dei figli. Ho tratto il meglio dalla situazione pensando non a quello che avevo perso, ma a quello che avrei guadagnato”, ha rivelato.
 
Infine ha concluso: “La Tv per me non sarà più un impegno quotidiano come è stato finora. Dopo 15 anni di live quotidiani e di giornate trascorse tra studio e redazione, ho deciso di fare altro. L’ho capito in quest’anno di pandemia. Il mondo ha rallentato e ho rallentato anche io. Ho voglia di vivere la quotidianità in maniera diversa. Poter fare interviste senza l’ansia della Tv, sognare nuovi format, mangiare a casa a pranzo, non essere per forza performante tutti i giorni e mostrare che va tutto bene anche se intorno ti crolla il mondo, stare coi miei figli”.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata