Nuova sconfitta per Donald Trump nella battaglia per rovesciare l’esito delle presidenziali americane. La Corte Suprema – nonostante la maggioranza conservatrice – ha respinto il ricorso dei repubblicani di bloccare la certificazione del voto in Pennsylvania, Stato che ha attribuito la vittoria a Joe Biden. La campagna di Trump sosteneva che, in base alla legge statale, l’allargamento del voto per posta è illegale. Restano ancora aperti i contenziosi dei repubblicani contro Georgia, Michigan e Wisconsin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata