Ucraina, allarme Unhcr: Oltre 500mila profughi per il conflitto nell'est

Ginevra (Svizzera), 2 set. (LaPresse) - Sono oltre 500mila le persone fuggite dalle proprie case a causa del conflitto nell'est dell'Ucraina. Lo fa sapere l'Unhcr, l'agenzia dell'Onu per i rifugiati, precisando che il numero degli sfollati interni in Ucraina è più che raddoppiato nelle ultime quattro settimane, raggiungendo 260mila persone. Altri 260mila hanno cercato asilo in Russia. Inoltre, riferisce l'agenzia, dal primo gennaio oltre 121mila cittadini ucraini hanno fatto richiesta di status di rifugiato o di asilo temporaneo in Russia. Altri 138.825 ucraini, infine, hanno chiesto un permesso di soggiorno in Russia oppure di essere ammessi nel programma di 'reinsediamento dei connazionali'.

Complessivamente, secondo le autorità di Mosca circa 814mila cittadini ucraini sono entrati in Russia dall'inizio dell'anno, dato in cui sono incluse le persone che hanno fatto richiesta di asilo o di permesso di soggiorno.

Aggiunge l'Unhcr che tra gennaio e luglio 4.106 ucraini hanno fatto richiesta di asilo nei Paesi dell'Unione europea, in forte rialzo rispetto alle 903 richieste presentate nel 2013. Il numero maggiore di richieste è arrivato in Polonia (1.082), Germania (556), Svezia (500) e Bielorussia (380). Il forte aumento del numero dei profughi, ha detto l'Alto commissario dell'Onu per i rifugiati, António Guterres, desta gravi preoccupazioni. "Se questa crisi non sarà fermata rapidamente - ha affermato - avrà non soltanto conseguenze umanitarie devastanti, ma ha anche il potenziale per destabilizzare l'intera regione. Dopo la lezione dei Balcani, è difficile credere che un conflitto di queste proporzioni possa scoppiare in Europa".

Il 94% degli sfollati, ha precisato l'agenzia, rimane nelle regioni di Donetsk, Charkiv e Kiev. Secondo l'Unhcr, il numero reale dei profughi è più alto, visto che molte persone si sono recate da familiari o amici e non si sono registrate presso le autorità. "A causa della mancanza di sicurezza, agenzie umanitarie non hanno potuto valutare la situazione degli sfollati nella regione di Luhansk", ha spiegato Vincent Cochetel, direttore dell'ufficio europeo dell'Unhcr, aggiungendo che l'organizzazione intende organizzare questa settimana una missione d'inchiesta nella zona. Secondo le autorità di Kiev, circa 2,2 milioni di persone vivono attualmente nelle aree di conflitto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata