Il ministero della Cultura peruviano ha chiuso a tempo indeterminato l'attrazione turistica più famosa del Paese

La città nota come porta d’accesso a Machu Picchu è rimasta isolata dopo le chiusure imposte dal governo in Perù in risposta alle numerose proteste di piazza contro le decisioni governative. Circa 100 turisti sono rimasti ad Aguas Calientes dopo che il ministero della Cultura peruviano ha chiuso a tempo indeterminato l’attrazione turistica più famosa del Paese e il sentiero Inca che conduce al sito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata