L'operazione dopo una serie di attentati. Un israeliano accoltellato su un bus

(LaPresse) – E’ altissima la tensione in Israele e Cisgiordania dopo una serie di attentati da parte palestinese in cui sono stati uccisi 11 israeliani. Martedì un terrorista ha aperto il fuoco a Bnaei Brak, provocando la morte di 5 persone. Giovedì l’esercito dello Stato ebraico ha compiuto un raid in un campo profughi a Jenin. Negli scontri armati con i miliziani sono stati uccisi due palestinesi di 17 e 23 anni. Sempre giovedì un palestinese ha accoltellato un israeliano di 28 anni su un bus a Gush Etzion, ferendolo in modo grave. L’assalitore, 30 anni, è stato poi ucciso a colpi d’arma da fuoco da un altro passeggero.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata