A Guayaquil 116 morti nei disordini nel penitenziario

(LaPresse) – I parenti dei detenuti del carcere di Guayaquil in Ecuador cercano notizie dei loro congiunti dopo la violenta rivolta esplosa nel penitenziario con scontri tra membri delle gang rivali ‘Los Lobos’ e ‘Los Choneros’ che ha portato alla morte di 116 persone. 80 i feriti. I corpi di alcune vittime risultano mutilati o carbonizzati, rendendone difficile l’identificazione. Il presidente dell’Ecuador Guillermo Lasso mercoledì ha decretato lo stato d’emergenza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata