Le vittime sono un uomo, la moglie incinta e quattro bambini tra i 2 e i 7 anni

(LaPresse) I residenti della città di Beit Lahiya, nel nord della Striscia di Gaza, piangono la morte di un’intera famiglia uccisa in un raid israeliano nella giornata di venerdì. Rafat Tanani, 39 anni, la moglie incinta 36enne e i loro quattro figli tra i 2 e i 7 anni sono rimasti sepolti sotto le macerie della loro casa, distrutta in un attacco aereo israeliano condotto in tarda serata, senza alcun preavviso. Il nord est della Striscia è stato oggetto di pesanti bombardamenti tra giovedì sera e l’alba di venerdi, costringendo i residenti alla fuga dalle proprie abitazioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata