Primo discorso del presidente americano che presenta il suo piano di rilancio del Paese: "Riforma della polizia, i ricchi paghino il giusto"

Primo discorso del presidente americano Biden al Congresso a 100 giorni dall’insediamento: l’occasione per presentare l’American Jobs Plan,  il piano di rilancio da 1.800 miliardi di dollari. Tanti i temi toccati dal democratico, dalla riforma sulle armi da fuoco a quella della polizia. Poi la politica estera, con i rapporti con Cina e Russia, la pandemia di Covid e il tema delle tasse: per Biden necessario che i ricchi paghino il giusto. Presentato il piano da 1.800 miliardi di dollari di spesa per espandere l’educazione prescolastica.

“La casa dell’America era in fiamme” quando sono entrato in carica, nel corso della devastante pandemia del Covid-19, con il suo impatto economico dannoso e l’insurrezione del 6 gennaio al Campidoglio. “Ora, dopo soli 100 giorni, posso dire alla nazione: l’America è di nuovo in movimento”, gli Usa stanno “trasformando il pericolo in possibilità. Crisi in opportunità. La battuta d’arresto in forza” ha detto Biden nel suo discorso. “Per troppo tempo non abbiamo usato la parola più importante quando si tratta di affrontare la crisi climatica. Lavoro. Lavoro. Io, quando penso al cambiamento climatico, penso al lavoro” ha precisato il presidente Usa.

TASSE

“Non sono qui per punire nessuno, ma non voglio aumentare il fardello delle tasse alla classe media di questo Paese”, “è tempo che grandi aziende e più ricchi che rappresentano l’1% della popolazione paghino la loro giusta parte”. Così Biden nel discorso in cui ha presentato il piano da 1.800 miliardi di dollari di spesa per espandere l’educazione prescolastica, creare un programma nazionale per le famiglie e di congedi per malattia, distribuire sussidi per i genitori, e altro. Un piano che si aggiunge a quello di 2.300 miliardi per le infrastrutture. “L’Americans Jobs Plan è un progetto da colletti blu per costruire l’America”, ha detto Biden, con un velato messaggio agli uomini bianchi di classe operaia e privi di alta istruzione che hanno sostenuto il repubblicano Donald Trump, “e riconosce qualcosa che ho sempre detto: Wall Street non ha costruito questo Paese. La classe media ha costruito questo Paese. E i sindacati hanno costruito la classe media”.

RIFORMA POLIZIA E ARMI

Una settimana dopo che l’ex ufficiale di polizia di Minneapolis Derek Chauvin è stato condannato per l’omicidio di George Floyd, e mentre gli Usa continuano ad affrontare un numero sproporzionato di uomini afroamericani uccisi dalla polizia, il presidente ha invitato il Congresso ad agire. “Abbiamo tutti visto il ginocchio dell’ingiustizia sul collo dell’America nera”, ha detto Biden nel discorso al Congresso, riferendosi alla morte di Floyd soffocato dal ginocchio di Chauvin, “questa è la nostra opportunità per fare veri progressi”. Ha invitato il Congresso a inviargli un disegno di legge di riforma della polizia intitolato a Floyd entro l’anniversario della sua morte, il 25 maggio. Ed è andato anche oltre, dicendo che è tempo di sradicare il razzismo sistemico nell’edilizia abitativa, nell’istruzione e nella sanità pubblica. “Abbiamo un’enorme opportunità per piegare l’arco dell’universo morale verso la giustizia. Vera giustizia”, ha detto. – “Il Paese è a favore” di una legge per il controllo delle armi da fuoco, “il Congresso dovrebbe agire” ha poi aggiunto Biden.

ESTERI

“Nei miei colloqui con il presidente” cinese Xi Jinping, “gli ho detto che accogliamo con favore la competizione, e che non stiamo cercando il conflitto” ha sottolineato Biden “Ma ho chiarito che difenderò gli interessi dell’America”, ha aggiunto, “gli ho detto che manterremo una forte presenza militare nell’Indo-Pacifico, così come faremo con la Nato in Europa, non per iniziare un conflitto, ma per impedirlo. E gli ho detto ciò che ho ripetuto a molti leader mondiali, che l’America non arretrerà dall’impegno per i diritti umani e le libertà fondamentali”. Sul piano economico, ha aggiunto: “L’America si opporrà a pratiche commerciali sleali che minano i lavoratori e le industrie americane, come i sussidi per le imprese di proprietà statale e il furto delle tecnologie americane e della proprietà intellettuale”.

COVID E VACCINI

“Nessuna nazione può affrontare da sola tutte le crisi del nostro tempo, dal terrorismo alla proliferazione nucleare alla migrazione di massa, alla sicurezza informatica, ai cambiamenti climatici, e le pandemie. Non c’è un muro abbastanza alto da tenere lontano qualsiasi virus. Man mano che la nostra fornitura di vaccini cresce per soddisfare i nostri bisogni, e li stiamo soddisfacendo, diventeremo un arsenale di vaccini per altri Paesi, proprio come l’America era l’arsenale della democrazia nella seconda guerra mondiale” ha sottolineato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel discorso al Congresso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata