Secondo chi protesta la Cina ha appoggiato il golpe dello scorso febbraio

(LaPresse) Decine di manifestanti contro il colpo di stato hanno marciato a Yangon, bruciando la bandiera della Cina, chiedendo il boicottaggio dei prodotti di fabbricazione cinese e denunciando il sostegno della Cina al golpe di febbraio da parte dell’esercito del Myanmar, che ha estromesso la leader Aung San Suu Kyi. Molti manifestanti ritengono, infatti, che Pechino sostenga il regime militare sia economicamente che politicamente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata