Bombardieri alla tavola rotonda sul tema a UilRua 2021 a Chianciano: "Investire nel capitale umano, nei ricercatori, nella formazione"

Investire nel capitale umano, nei ricercatori, nella formazione. Sono queste le tre direttrici per il sistema dell’università e la scuola, per l’utilizzo dei fondi del Pnrr che “avrà un ruolo importante nella definizione dei progetti”. E’ il segretario generale della UilRua, Attilio Bombardieri, a spiegarlo nel corso della tavola rotonda su ‘L’impatto del pnrr nel sistema universitario, della ricerca e dell’educazione. Prospettive a confronto’, che si è tenuta nell’ambito del Consiglio nazionale UilRua 2021 in corso a Chianciano.

Un mondo, quello dell’università e della scuola, che attende il rinnovo del contratto nazionale per il quale, come sottolineato anche dal presidente dell’Aran Antonio Naddeo, non sono stati ancora definiti gli atti di indirizzo. L’Aran sta attualmente affrontando la definizione delle norme che regoleranno il lavoro agile. Una vera e propria necessità, che l’emergenza della pandemia nell’ultimo anno e mezzo ha posto all’attenzione di tutti. Un periodo, quello dell’emergenza, che ha dimostrato, ha detto Naddeo, quanto la pubblica amministrazione sia stata complessivamente capace di reagire da un giorno all’altro, rispondendo alle mutate esigenze.

Per la senatrice Valeria Fedeli, già ministro dell’Istruzione nel governo Gentiloni, il Pnrr deve porre le basi per sviluppare la cosiddetta filiera della conoscenza, che attraversa non solo la missione 4 del Pnrr ma tutte le missioni. Perché, ha detto Fedeli, “l’economia cresce se cresce il rapporto con la conoscenza”. Ponendo le fondamenta per progetti di lungo respiro che arrivino fino al 2026. E sempre il pnrr, secondo la senatrice Laura Garavini, deve e può essere l’occasione per puntare sulla ricerca, non solo e non tanto trattenendo i nostri ricercatori nel nostro paese, quanto rendendo attraente il nostro paese per chi dall’estero voglia venire a fare ricerca. Per costruire “la società della competenza del futuro”.

A trarre le conclusioni dei lavori, il segretario generale della Uil PierPaolo Bombardieri, per il quale il Pnrr deve essere l’occasione per ridisegnare un paese, puntando sulle donne, sui giovani, sul territorio. Focalizzandosi sul dialogo sociale, facendo crescere le generazioni future e collegando innovazione e ricerca”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata