Lettera a Dombrovskis: Risorse per eventuali restrizioni in primavera"

Con l’ultimo scostamento di bilancio “il disavanzo previsto per il 2021 sale all’8,8% del PIL, dal 7,0% nel bilancio 2021, al netto delle revisioni alla previsione di crescita del Pil che potremmo introdurre in una fase successiva. La stima del disavanzo di bilancio dello scorso anno rimane al 10,8% del pil, in aumento dall’1,6% del PIL nel 2019. Il governo continua a mirare a un deficit del 4,7% nel 2022 e del 3,0% nel 2023, e per il raggiungimento di l’obiettivo a medio termine. Il pacchetto di aiuti sarà pienamente coerente con l’approccio raccomandato dalla Commissione europea nella sua comunicazione del 19 settembre 2020 sull’orientamento della politica fiscale per il 2021”.Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in una lettera indirizzata al Vice presidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, ed al Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni. “Il governo desidera disporre di risorse sufficienti in caso dovessero proseguire rigidi vincoli alla mobilità e all’attività imprenditoriale durante la primavera” ha sottolineato Gualtieri. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata