Milano, 13 nov. (LaPresse) – Diventa concreta la minaccia della Polonia di porre il veto all'accordo sul Bilancio pluriennale dell'Ue e sul Recovery Fund. Il primo ministro di Varsavia, Mateusz Jakub Morawiecki, fa sapere su Facebook di avere inviato una lettera ai leader dell'Ue contestando il meccanismo che lega l'erogazione dei fondi per la ripresa economica al rispetto dello stato di diritto. Per Morawiecki "i meccanismi discrezionali, basati su criteri arbitrari e politicamente motivati, non possono essere accettati perché non tengono conto degli aspetti essenziali e sostanziali del diritto europeo" ed "ecco perché la Polonia non può accettare questa versione del meccanismo che porta al primato dei criteri politici e arbitrari sulla valutazione sostanziale". Come la Polonia, anche l'Ungheria ha minacciato l'imposizione del veto sulla questione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata