Milano, 11 nov. (LaPresse) – "Stiamo vivendo un periodo storico molto complesso, che nessuno di noi poteva sicuramente immaginare fino a pochi mesi fa. Io stesso mi sono candidato a fare il presidente di Confindustria a gennaio ed era un altro mondo. Un mondo dove non c'era un nemico subdolo e invisibile che ha stravolto la vita di milioni di persone in tutto il mondo e ha colpito l'economia, mettendo a dura prova le catene del valore ma anche determinando gravi conseguenze sociali". E' quanto ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, nel suo intervento al World Manufacturing Forum 2020.

"In tutto ciò – ha aggiunto – l'industria ha risposto con determinazione. Le nostre imprese hanno adottato misure importanti per limitare l'impatto economico ma soprattutto per contenere la circolazione del virus nei luoghi di lavoro e devo dire anche con un discreto successo".

"Questa seconda ondata – che forse è ancora prima ondata, perché non era mai passata ma si era solo assopita – sta determinando uno shock molto forte nella sanità pubblica, nelle attività economiche e nel sociale. Le imprese ancora una dovranno confrontarsi con restrizioni molto importanti", ha sottolineato Bonomi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata