Milano, 2 nov. (LaPresse) – A ottobre il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 9,8 miliardi, con un peggioramento di circa 12,100 miliardi rispetto al risultato del corrispondente mese dello scorso anno (avanzo di 2,315 miliardi). Il fabbisogno dei primi dieci mesi dell’anno in corso è pari a circa 138.100 milioni, in aumento di circa 85.200 milioni rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2019. E' quanto comunica il Mef in una nota, spiegando che "nel confronto con il corrispondente mese del 2019, il saldo ha risentito sia della contrazione degli incassi fiscali dovuta alla diversa calendarizzazione dei versamenti in autoliquidazione, che lo scorso anno era stata differita al 30 settembre, sia dei maggiori pagamenti delle amministrazioni pubbliche e dell’Inps per l’erogazione delle prestazioni previste dai provvedimenti legislativi emanati per il contenimento dell’emergenza epidemiologica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata