Milano, 29 ott. (LaPresse) – "Siamo disponibili a fare un ulteriore confronto, ma se non dovesse arrivare una risposta precisa siamo pronti con una mobilitazione a tutti i livelli fino allo sciopero generale. Per noi viene prima la vita e la tutela del lavoro, chi fa scelte diverse si deve assumere la responsabilità di uno scontro sociale in questo Paese". Lo ha detto a RaiNews 24 il leader della Uil, Pierpaolo Bombardieri, a proposito del blocco dei licenziamenti. "Finché c'è la disponibilità della cassa integrazione, il licenziamento deve essere vietato. Se c'è la copertura economica per dare ammortizzatori sociali le aziende non devono licenziare. Non riusciamo a capire perché il governo non valuti il blocco dei licenziamenti", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata