Milano, 16 ott. (LaPresse) – "Se qualcuno ha intenzione di incendiare e accendere questo Paese noi siamo pronti a farlo, non ci tireremo indietro e non ci faremo intimorire da nessuno". Così il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, nel corso di un convegno sui trasporti a Milano. "Siamo persone responsabili – ha continuato – e lo abbiamo dimostrato: continuiamo a chiedere un dialogo per dare una risposta ai giovani e ai lavoratori. Ma se qualcuno pensa di utilizzare la logica del 'muro contro muro' noi pensiamo che non sia il caso. Avevamo addirittura chiesto di fare un patto, di discutere con Governo e parti sociali quali fossero i punti principali per il futuro. Non ci è stata data nemmeno una risposta".

"Non ci provate, non sarà il Covid ad impedirci di scendere ancora in piazza con le mobilitazioni che sicuramente metteremo in piedi", ha poi sottolineato il segretario generale. "Speriamo ci sia la possibilità di costruire un futuro diverso in modo responsabile. Ma non siamo disposti a tollerare che i rischi e le penalità di questa situazione continuino ad essere pagati dai più deboli", ha concluso Bombardieri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata