Milano, 14 ott. (LaPresse) – "A più di sei mesi dall'inizio della pandemia" il Fondo monetario internazionale sottolinea l'importanza "di non staccare troppo presto la spina del sostegno fiscale, nonostante gli alti livelli di debito in tutto il mondo". E' quanto afferma il Fondo monetario internazionale nell'ultima edizione del Fiscal Monitor.

Nonostante la "riapertura provvisoria" delle economie "permane l'incertezza sul corso della pandemia" per questo "i governi dovrebbero garantire che il sostegno fiscale non venga ritirato prematuramente", commentano gli analisti Vitor Gaspar, Paulo Medas, John Ralyea e Elif Ture. Secondo il Fondo il "sostegno dovrebbe passare gradualmente dalla protezione dei vecchi lavori al riportare le persone al lavoro, ad esempio riducendo i programmi di mantenimento del lavoro (sussidi salariali)", oppure "formando nuove competenze e aiutando le aziende vitali ma ancora vulnerabili a riaprire in sicurezza". Per il Fondo "con bassi tassi di interesse e un'alta disoccupazione, stimolare gli investimenti pubblici, a cominciare dalla manutenzione e dal potenziamento dei progetti, può creare posti di lavoro e stimolare la crescita economica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata