Milano, 14 ott. (LaPresse) – "Le riforme vanno fatte e vanno fatte bene e subito. Non abbiamo più tempo di aspettare". A ribadirlo è stato Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, durante l'assemblea dell'associazione della meccanica italiana Anima, sottolineando come l'Italia abbia davanti a sé "una grande occasione, quella di cambiare il Paese" non solo per le risorse in arrivo dall'Europa.

Bonomi ha quindi rimarcato l'auspicio espresso negli ultimi giorni di "avere un Paese che funziona, un Paese normale, che non ha bisogno di commissari straordinari" e invitato l'esecutivo ad ascoltare gli imprenditori in occasione di scelte importanti per non ripetere gli errori fatti con la cancellazione di Industria 4.0 o l'introduzione di Quota100.

"Ascoltateci e fate scelte solo quando siete informati", ha chiesto il numero uno degli industriali italiani, invitando la politica a evitare "dividendi elettorali" e a prendere decisioni "con amore per il Paese, per il suo futuro e per le prossime generazioni".

"Siamo in una fase molto complicata e le sorti del Paese vengono decise oggi". Pertanto – ha precisato – il Governo "deve indicare ora una rotta e una rotta che sia condivisa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata