Roma, 30 giu. (LaPresse) – Le rilevazioni Istat dipingono una situazione stazionaria per quanto riguarda la disoccupazione in Italia: a maggio il tasso rimane invariato rispetto al mese precedente al 12,4%, mentre su base annua scende di 0,2 punti percentuali. Nell’ultimo mese Il tasso di occupazione, pari al 55,9%, cala di 0,1 punti percentuali. Rispetto a maggio dello scorso anno, gli occupati crescono dello 0,3% (+60 mila) e il tasso di occupazione di 0,3 punti.

I giovani. Lieve calo per la disoccupazione giovanile che a maggio è pari al 41,5%, in calo di 0,1 punti rispetto al mese precedente. Su base annua il tasso mostra una flessione dell’1%. Il numero di giovani disoccupati diminuisce su base mensile (-20 mila, pari a -3,1%). L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari al 10,6% (cioè poco più di un giovane su 10 è disoccupato). L’incidenza diminuisce, sempre a maggio, di 0,3 punti percentuali.

Cala sia il lavoro maschile sia quello femminile. A maggio il numero di occupati diminuisce rispetto ad aprile sia per la componente maschile (-0,3%) sia per quella femminile (-0,2%). Sia il tasso di occupazione maschile, pari al 64,6%, sia quello femminile, pari al 47,4%, registrano un calo di 0,1 punti percentuali. Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo marzo-maggio 2015 il tasso di occupazione risulta in crescita (+0,1 punti percentuali). A fronte di un calo del tasso di inattività (-0,2 punti) il tasso di disoccupazione aumenta (+0,1 punti). Sempre nel trimestre marzo-maggio, il tasso di occupazione maschile mostra un calo rispetto ai tre mesi precedenti (-0,2 punti percentuali), mentre quello femminile cresce (+0,3 punti). Per gli uomini, su base annua, il tasso di occupazione resta stabile, mentre per le donne aumenta dello 0,7%.

Gli inattivi. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni aumenta nell’ultimo mese (+0,3%, pari a +36 mila), dopo il calo dei quattro mesi precedenti. Il tasso di inattività, pari al 36,0%, aumenta di 0,1 punti percentuali. Su base annua gli inattivi diminuiscono dello 0,9% (-135 mila) e il tasso di inattività di 0,2 punti. A maggio il numero di disoccupati cresce tra gli uomini (+1,7%) mentre cala tra le donne (-2,2%). Lo stesso andamento si osserva per i tassi di disoccupazione: quello maschile, pari al 12,1%, aumenta di 0,2 punti percentuali, mentre quello femminile, pari al 12,7%, diminuisce di 0,2 punti.

La crescita del numero di inattivi nell’ultimo mese è determinata dalla componente femminile (+0,5%) mentre risulta in calo quella maschile (-0.2%). Anche per il tasso di inattività si registra un calo per gli uomini (-0,1 punti percentuali) e una crescita per le donne (+0,3 punti). Tra gli uomini, rispetto a maggio 2014, si osserva una crescita del tasso di disoccupazione (+0,5 punti percentuali) a fronte di un calo del tasso di inattività (-0,4 punti), mentre per la componente femminile cala il tasso di disoccupazione (-1,3 punti) e il tasso di inattività resta stabile

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata