Torino, 11 mag. (LaPresse) – Intesa Sanpaolo ha chiuso il primo trimestre del 2015 con un utile netto di 1,064 miliardi di euro, pari a oltre il 50% dei dividendi annunciati per l’esercizio in corso. Si tratta del dato trimestrale più elevato dal primo quarto del 2009 e si confronta con i 48 milioni di euro dei tre mesi precedenti e i 503 milioni di gennaio-marzo 2014. Intesa Sanpaolo conferma inoltre l’impegno alla distribuzione di due miliardi di euro di dividendi cash per l’esercizio 2015, come indicato nel Piano di impresa 2014-2017. “Per il gruppo Intesa Sanpaolo – spiega il comunicato della banca – nel 2015 è attesa una crescita dei proventi operativi netti favorita dalle commissioni nette, del risultato della gestione operativa e del risultato corrente al lordo delle imposte, con una riduzione del costo del rischio, nel quadro di una redditività sostenibile”. Il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, aveva confermato l’impegno sulla cedola anche nel corso dell’ultima assemblea dei soci.

RETTIFICHE A MINIMI DA 2011. Intesa Sanpaolo registra nel primo trimestre del 2015 un calo degli accontamenti in scia al miglioramento del trend del credito. Gli stanziamenti a fronte dei rischi creditizi sono stati pari, in gennaio-marzo, a 755 milioni di euro. Si tratta del valore trimestrale più basso dal terzo trimestre 2011. Inoltre, il dato mostra una diminuzione del 27% rispetto ai 1.034 milioni del quarto trimestre 2014 e del 29,9% rispetto ai 1.077 milioni del primo trimestre dello scorso anno. Il livello di copertura specifica dei crediti deteriorati è salito al 47% a fine marzo 2015, rispetto al 46,8% di fine 2014, a fronte di una media dei concorrenti italiani del 40% nell’ultimo quarto dello scorso anno. Il complesso degli accantonamenti e delle rettifiche di valore nette (accantonamenti per rischi e oneri, rettifiche su crediti e rettifiche su altre attività) è pari a 890 milioni di euro, rispetto ai 1.412 milioni del quarto trimestre 2014 e ai 1.144 milioni del primo trimestre 2014.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata