Giuseppe Conte
Conte in Niger, Brexit, Blockchain e calciomercato, gli eventi da non perdere di martedì 15 gennaio

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere di martedì 15 gennaio 2019

Conte in Niger - Il premier Giuseppe Conte è in visita oggi a Niamey, capitale del Niger. Domani si recherà a N'Djamena (capitale del Ciad). I due Paesi africani sono moprtantissimi nel controllo e nella riduzione dei flussi dei migranti verso la Libia. Chi viene da Paesi come Burkina Fasu, Nigeria, Ghana, Togo, Benin, Mali, Costa D'Avorio, deve passare attraverso questi due stati. Il Niger è grande 4 volte l'Italia e ha una popolazione di 21,8 milioni di abitanti e un Pil procapite di 440 dollari all'anno; il Ciad ha le stesse dimesioni, la metà della popolazione e due volte e mezzo il Pil (mille dollari all'anno). Eppure, il Niger si è dato molto da fare. In cambio degli aiuti ricevuti dalla Ue, il governo di Niamey ha creato strutture in cui agiscono ong internazionali che intercettano i flussi e cercano di offrire ai migranti soluzioni alternative al viaggio disperato verso l'Europa. E il Niger ha agito anche contro i trafficanti riuscendo a ridurre anche dell'80% i flussi verso la Libia e il Mediterraneo.

Brexit - Storica votazione, oggi, al Parlamento inglese. Si decide sull'accordo sulla Brexit concordato con l'Unione Europea. Il testo ha forti probabilità di essere respinto e tutti si chiedono cosa accadrà dopo. Si proverà a costruire un altro accordo o si cercherà la strada di una "No deal Brexit" o addirittura, si punterà su un altro referendum (vincerebbe molto probabilmente lo "stay"?. Theresa May chiede al Parlamento di pensarci bene: "No, non è perfetto, e sì, è un compromesso", ha detto. "Ma quando i libri di storia saranno scritti, le persone guarderanno alla decisione di questa casa ... e chiederanno: abbiamo rispettato il voto del Paese per lasciare l'Unione Europea?" O abbiamo lasciato andare gli inglesi? ".

Referendum propositivo e legittima difesa -  Camera (Commissione Affari Costituzionali) e Senato (Commissione Giustizia) lavorano su due provvedimenti molto cari a M5S (Referendum propositivo) e Lega (Legittima difesa). Il meccanismo di provvedimenti abbinati di interesse dell'uno o dell'altro dei due partner di governo sembra funzionare. Magari con qualche difficoltà e con qualche "ricattino" incrociato, alla fine, ciascuno porta a casa quello che più gli interessa. Il referendum propositivo mette quasi in conflitto forme di democrazia (e legislazione) dirette e l'attuale sistema di deleghe. Le Lega non è molto d'accordo. Sulla legittima difesa il tema caldo è quello della "presunzione": la legittima difesa in casa propria, è sempre presunta o ci vogliono condizioni particolari? La Lega spinge per la presunzione, M5S frena. Vedremo dove si andrà a finire.

Venduti ai minori - Un'indagine sull'accesso (troppo facile) dei minori a alcol, tabacco, droghe, gioco d'azzardo, pornografia. La presenta oggi il Moige (Movimento italiano genitori, Roma, Palazzo Giustiniani, Sala Zuccari, ore 10). Basta entrare, una sera, in una discoteca di una grande città per rendersi conto che il problema esiste: musica a palla che, purtroppo, accompagna il ritmo delle "calate" di Mdma. Entrare in una discoteca così a 15/16 anni è facile, come è facile comprare sigarette, farsi dare una birra, accedere a qualunque tipo di sito via internet a qualunque età. Eppure esistono norme che vieterebbero questo tipo di "consumi". Come affrontare un problema che è, insieme, normativo, ma anche educativo? Come colpire i venditori? E come farlo senza limitare troppo il diritto-dovere dei giovani di fare esperienze e di "rompere" regole?

Blockchain - Si svolge a Milano (ore 10,30, Nctm di via Agnello 12) un interessante convegno su '"Persone in Rete. I dati tra poteri e diritti. La Blockchain nella GDPR". Vi partecipa il Garante per i dati personali, Antonello Soro. L'acronimo GDPR sta appunto per General Data Protection Regulation. Blockchain, invece, è qualcosa di abbastanza misterioso, ma nello stesso tempo (sembra) un'occasione tecnologica che potrebbe cambiare il nostro futuro. Eccone una sintetica (e si spera chiara) definizione: blockchain (catena di blocchi) è una sorta di "registro" digitale che può raccogliere qualsiasi tipo di dati (anche transazioni economiche). Le pagine che formano la catena sono collegate tra loro e garantite da crittografie e firme digitali. Chi le usa assicura che sono a prova di bomba nel senso che nessuno le può controllare da solo e/o usarle contro gli altri. Potrebbero servire per condividere dati e conoscenze a livello planetario, garantire decisioni e fare affari. Secondo alcuni potrebbero diventare la base di nuove forme di democrazia diretta.

Calciomercato - Il genoano Piatek verso il Real Madrid? I "blancos" vorrebbero il 23enne polacco fin da gennaio. Al Genoa potrebbero arrivare 60 milioni. Anche il Milan lo vorrebbe se dovesse partire Higuain (Chelsea). E Prandelli potrebbe perdere anche Kouamé che piace molto al Napoli che offre 15 milioni più Roig. Il problema per il Genoa, a quel punto, non sarebbero i soldi ma dove trovare i giocatori per sostituire i partenti e come amalgamarli in pochi giorni. E la squadra di Ancelotti punta anche su Lozano (Psv). La Juve prova a prendere Ramsey da subito e guarda con interesse a Jordi Alba. E Dybala? La "Joya" appetito da molti club europei, fa sapere che sta bene alla Juve e Allegri.si rilassa. La Lazio vorrebbe Zappacosta e Kucka  (ex Genoa e Milan) sta per tornare in Italia (Parma). Pjaca (Fiorentina di proprietà Juve) è conteso tra Parma, Fulham e Besiktas. La Viola vorrebbe anche Pedro Objang (West Ham) e sarebbe il sesto ex Samp a rientrare in Italia in questo gennaio dopo Viviano, Muriel, Soriano, Gabbiadini e Okaka. Un caso? O la Samp crea legami che, a volte, rinverdiscono?

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata