Decreto Genova, bambini di periferia e omicidi, gli eventi da non perdere di giovedì 15 novembre

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere di giovedì 15 novembre 2018

Decreto Genova - Si conclude al Senato (dichiarazioni di voto e votazioni) l'iter del decreto Genova che verrà convertito in legge. Si prevede battaglia anche perché la maggioranza cercherà di recuperare in aula lo scivolone dell'emendamento Fi e Pd approvato in Commissione con il sì di Gregorio De Falco e l'astensione di Paola Nugnes (senatori M5S). L'opposizione farà di tutto per cancellare dal testo la parte relativa al condono per gli immobili di Ischia. Il Pd è pronto ad approvarlo solo se il decreto si limita alla parte su Genova che è stata già molto modificata alla Camera e che soddisfa (parzialmente) le richieste della città disastrata dal crollo del Ponte Morandi.

Le periferie dei bambini - Alla Camera (sala della Lupa, ore 10,30) alla presenza del Presidente Roberto Fico, Save the Children presenta "Le periferie dei bambini - Atlante dell’infanzia a rischio". Si tratta di uno studio curato da Giulio Cederna (foto di Riccardo Venturi) che, oltre a dirci che in Italia 1,2 milioni di bambini vivono in povertà assoluta, evidenzia le differenze di vita, lavoro, istruzione, cultura e occasioni per chi vive in quartiere diversi, magari a pochi chilometri di distanza. Sei le città prese in esame: Milano, Roma, Genova, Cagliari, Napoli e Palermo. Diversi gli indicatori presi in esame: indice di centralità, vulnerabilità sociale (criminalità, scarsa illuminazione, sporcizia e inquinamento). StC lancia il tema del "fare rete": creare servizi e opportunità educative per salvare i nostri ragazzi.

Salvare Pernigotti - Si apre al ministero dello Sviluppo economico il tavolo sulla crisi della Pernigotti di Novi Ligure, la fabbrica dolciaria (uno dei più noti marchi italiani) chiusa dai proprietari turchi (la famiglia Toksoz). Il ministro Di Maio ha già detto che farà di tutto per salvare la fabbrica e il marchio. Intanto si provvederà attraverso la cassa integrazione per cessazione per i cento dipendenti dell'azienda che non ha mai smesso di produrre cioccolatini e dolciumi dal 1860. I lavoratori hanno organizzato un presidio davanti al Mise e chiedono la solidarietà di tutti gli italiani che almeno una volta nella vita hanno goduto delle leccornie targate Pernigotti.

Istat Omicidi - L'Istat presenta oggi i dati sugli omicidi nel nostro Paese. Le ultime cifre in materia risalivano al 2016. A differenza di quanto forse si crede, gli omicidi sono in costante calo da almeno dieci anni. Nel 2005 furono 603, nel 2016 arrivarono a 397. Nel 1992 f(l'anno peggiore degli ultimi 30) furono 1.442. Il 30 per cento circa sono "femminicidi" in gran parte consumati nell'ambito familiare o di rapporti di coppia. Diminuiscono, probabilmente le vittime della criminalità organizzata e, comunque, dientiamo più civili. Vedremo se il trend positivo sarà proseguito nel 2107.

Nazionale - La Nazionale di Mancini prepara a Coverciano la partita di Nations League (Sabato, 20,45, Milano San Siro) contro il Portogallo. In palio il primato del Gruppo 3. Martedì sera (20,45) si replica a Genck (in Belgio) contro gli Stati Uniti. Tra i 27 convocati (ancora fuori Balotelli) c'è il "tedesco" Vincenzo Grifo che gioca in Germania nell'Hoffenheim. Per lui, la prima convocazione. Ma domani, a Ferrara (18,30), l'under 21 di Gigi Di Biagio sfida l'Inghilterra in amichevole. Questa la probabile formazione degli azzurri (4-3-3): (4-3-3): Audero; Calabria, Bastoni, Mancini, Adjapong; Zaniolo, Locatelli, Mandragora; Orsolini, Cutrone, Kean.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata