Bologna, feste con escort e droga: coinvolti anche militari
Lo hanno scoperto i carabinieri che hanno arrestato due persone per spaccio

Sesso e droga. Erano questi gli ingredienti di 'festini' a cui partecipavano noti imprenditori e militari bolognesi. Lo hanno scoperto i carabinieri di Bologna che hanno arrestato due persone per spaccio. Durante le indagini sono emersi vari particolari sui clienti dei due pusher e sono scattate diverse perquisizioni nella provincia di Bologna. In particolare gli inquirenti, coordinati dai pm Ceroni e Martorelli della procura di Bologna, tra marzo e ottobre 2015 hanno accertato che tra i consumatori di cocaina c'erano alcuni militari dell'Esercito, infermieri, un avvocato del foro di Bologna e imprenditori.

La droga veniva venduta sia a 'escort'  in locali notturni sia in occasioni di festini privati a base di sesso e cocaina. Gli arrestati sono V.V., 42enne militare dell'esercito, ritenuto il promotore per l'acquisto e la distribuzione dello stupefacente, e B.M., 45enne imprenditore, cugino di V.V., che si occupava materialmente del taglio e della vendita della cocaina. Tra i 14 perquisiti ci sono tre militari dell'esercito, un avvocato, due infermieri e tre imprenditori che sono risultati in contatto con i due arrestati.

Nel corso dell'attività investigativa erano già state arrestate altre due persone, D.S. imprenditore 60enne di Bologna, sorpreso con 30 grammi di cocaina, e B.M. 45enne imprenditore, che nascondeva 40 grammi di cocaina pura al 72%, sostanze da taglio e bilancino.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata