L'ex infermiera era imputata per l'omicidio di due persone. Ordinata l'immediata scarcerazione. Il legale: "Giustizia tardiva è stata fatta"

Assolta dalla Corte d’Assise d’Appello di Bologna Daniela Poggiali, l’infermiera accusata della morte di Rosa Calderoni, 78 anni, e Massimo Montanari, 94 anni, deceduti entrambi all’ospedale di Luga, nel Ravennate, dove la donna lavorava come infermiera.

“La mia assistita è stata assolta da tutte le accuse perché il fatto non sussiste. Finalmente è stata fatta giustizia, anche se tardiva”. Lo ha confermato a LaPresse l’avvocato Gaetano Insolera, legale di Daniela Poggiali.

La Corte d’Assise d’Appello ha anche ordinato l’immediata scarcerazione dell’ex infermiera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata