Il ragazzo è il figlio del proprietario: la vittima stava infastidendo i clienti e il personale

Ha colpito con un pugno un cliente che, ubriaco, stava molestando gli altri avventori di un bar-kebab in via Tiburtina a Roma, ma l’uomo cadendo, ha sbattuto la testa ed è morto. Per questo la polizia ha arrestato questa mattina il 18enne figlio del proprietario del locale.

Il fatto è avvenuto intorno alle 5 quando il giovane ha colpito un uomo di 58 anni che, già ubriaco, aveva chiesto al barista di avere altre bevande alcoliche e stava infastidendo gli altri clienti. A quel punto sarebbe partito il pugno che avrebbe causato la caduta dell’uomo: trasportato in ospedale, il 58enne è morto poco dopo. Il 18enne è stato fermato per omicidio preterintenzionale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: