Il capo dello Stato a Palermo per ricordare i giudici Falcone e Borsellino

(LaPresse) “Polemiche, lotte e divisioni all’interno della magistratura minano la sua credibilità, anche il solo dubbio che la giustizia non operi sempre nell’interesse delle persone indebolisce l’istituzione e la lotta alla mafia”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo intervento nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo durante le celebrazioni per il ventinovesimo anniversario della strage di Capaci del 1992 in cui morirono il giudice antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata