Cinque arresti tra giovanissimi accusati di una serie di colpi compiuti tra gennaio e febbraio

(LaPresse) Rapina, furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Sono alcune delle accuse rivolte a cinque ragazzi, alcuni minorenni, arrestati dai carabinieri della compagnia di Treviso. Farebbero parte di una baby gang responsabile di una serie di azioni criminose commesse tra gennaio e febbraio scorsi a Treviso ed in vari comuni della Marca. Conivolti anche un 15enne, per il quale è stato disposto il collocamento in una comunità, e una 16enne, con obbligo di permanenza in casa, entrambi originari della provincia di Venezia. Ai domiciliari invece sono finiti un 19enne e un 20enne del Trevigiano e un 18enne veneziano. Altri tre giovanissimi risultano indagati in stato di libertà.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata