Le parole del senatore leghista: "Il reato di discriminazione dice tutto e niente"

(LaPresse) “I dati ufficiali dicono che le vittime di violenza per omofobia sono 66 in due anni, considerate che ogni anno ci sono 1 milione e mezzo di furti. Se uno è cretino o criminale da aggredire qualcuno per qualsiasi ragione ci sono leggi che già oggi lo mandano in galera. Se vogliamo inasprire queste pene bene ma primo se uno è maschio è maschio e se uno è femmina è femmina, non è che uno si auto percepisce femmina poi fa qualunque cosa. Ci sono delle leggi rispettiamole. La seconda questione riguarda il reato di discriminazione che vale tutto e vale niente. Se dico che i bambini devono nascere da una mamma e un papa, se dico che genitore uno e genitore due è una scemenza sto discriminando qualcuno? Terza cosa che mi preoccupa è che con la scusa della giornata contro l’omofobia di fatto si entrerà in tutte le scuole con il gender”. E’ il commento di Simone Pillon, parlamentare della Lega in merito alla polemica sulla approvazione del ddl Zan

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata