Il legale dell'agente fotografico: "E' preoccupato di tornare in carcere per sé e per suo figlio"

(LaPresse) – “Corona è preoccupato di tornare in carcere per sé e per suo figlio. È un uomo come tutti gli altri, con un’intelligenza e un carattere particolari, ma è preoccupato”. Lo ha sottolineato l’avvocato Ivano Chiesa che assiste Fabrizio Corona con l’avvocato Antonella Calcaterra al termine dell’udienza davanti al Tribunale di Sorveglianza per discutere la revoca del “differimento di pena” a carico dell’ex agente fotografico. In discussione ci sono 9 mesi che Corona ha trascorso in prova ai servizi sociali e che Corona potrebbe dover scontare nuovamente in carcere. “Per me – ha aggiunto l’avvocato Chiesa – rimandarlo in carcere sarebbe un sacrilegio.La Procura generale ha sottolineato delle violazioni che per me e per l’avvocato non sono tali da giustificare una revoca degli arresti domiciliari” ai quali è attualmente sottoposto Corona.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata