Operazione della Guardia di Finanza a Isola di Capo Rizzuto

Sei misure cautelari e sequestri per 14milioni di euro: è il risultato di blitz della guardia di Finanza di Crotone intervenuta, a Isola di Capo Rizzuto, dopo aver posto i riflettori su un’associazione per delinquere, con al vertice i proprietari della società agricola, finalizzata al conseguimento degli incentivi pubblici, erogati dal Gestore dei Servizi Energetici per la produzione di energie da fonti rinnovabili. I militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e della Sezione Operativa Navale di Crotone, hanno dato esecuzione al provvedimento della misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Isola di Capo Rizzuto e dell’interdizione dall’esercizio dell’attività professionale per 12 mesi nei confronti della proprietaria (S.A. di 55 anni), del rappresentate legale (C.A. di 47 anni) e due dipendenti amministrativi (C.F. di 57 anni e S.S. di 42 anni) di una società agricola di Isola di Capo Rizzuto (KR). Sono state oggetto di misura cautelare anche altre due persone (M.A. di 58 anni e R.R. di 50 anni) nei confronti delle quali è stato disposto l’obbligo di presentazione quotidiana alla p.g. Il gip di Catanzaro ha disposto inoltre il sequestro preventivo, anche per equivalente, della somma di euro 14.532.921, quale profitto del reato conseguito dalla citata società.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata