La senatrice a vita al Memoriale della Shoah a Milano per ricordare la deportazione: "Nelle celle di San Vittore sentii umanità"

La senatrice a vita Liliana Segre ha partecipato oggi al Memoriale della Shoah di Milano alla cerimonia per ricordare la deportazione del 30 gennaio 1944 degli ebrei milanesi al capo di stermnio nazista di Auschwitz. Su uno di quei treni c’era proprio la donna, poi sopravvissuta al lager e il padre che venne ucciso. “Mi voglio occupare che siano vaccinati i detenuti di San Vittore perchè io sono stata 40 giorni in quelle celle. Sono stati i detenuti che ci hanno dato l’ultimo saluto di grande umanità. Quei detenuti ci hanno fatto sentire ancora delle persone” ha detto la senatrice.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata