L'accusa di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e bancarotta fraudolenta

Operazione della Guardia di Finanza di Vicenza che ha sequestrato circa 6 milioni di euro dal conto degli amministratori di una società vicentina operante nel settore della pulizia degli edifici i cui clienti principali sono rappresentati da Enti pubblici o da società riconducibili al settore pubblico. L’accusa nei confronti dei tre amministratori è quella di bancarotta fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte messa in atto attraverso il trasferimento della propria sede legale tra le province di Vicenza, Roma E Cosenza, al fine di sfuggire ai controlli fiscali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata