Oggi allerta per mari in burrasca in quasi tutta Italia

 Forti nevicate al Nord e piogge al Centro-Sud: il maltempo caratterizza l’avvio dell’ultima settimana dell’anno in tutta Italia, con temperature in picchiata che segnano quasi -42° sull’altopiano di Asiago, in provincia di Vicenza. Anche Milano e Torino si sono risvegliate imbiancate. Da domenica notte, sono stati oltre 150 gli interventi dei vigili del fuoco nel Nord Italia, per la messa in sicurezza di edifici pericolanti o la rimozione di alberi caduti.

Sulla rete autostradale, i tratti maggiormente interessati sono stati quelli lombardi e, in particolare, la A1 tra Milano e Campegine (Reggio Emilia) e la A4 tra Milano e Brescia. Per le abbondanti nevicate, disagi in corrispondenza di alcune uscite, in particolare in corrispondenza di Piacenza Sud, Fiorenzuola e Fidenza in A1 e di Dalmine, Bergamo e Seriate in A4. Per far fronte alla situazione meteorologica, Autostrade per l’Italia ha attivato la propria macchina operativa già dalla giornata di domenica, prevedendo l’impiego di circa 800 mezzi e circa 1.200 risorse impegnate nelle operazioni antineve.

In Lombardia e in Liguria è scattato lo stop in autostrada ai mezzi commerciali superiori alle 7,5 tonnellate. A causa delle nevicate, Rfi e Ferrovie nord hanno previsto l’attivazione del piano d’emergenza. Garantiti i collegamenti sulle principali direttrici, servite con almeno un treno all’ora. Alla luce del piano d’emergenza, è stata cancellata la maggior parte dei treni di collegamento tra Piemonte e Lombardia, con disagio per i passeggeri.

A Milano, dove sono stati chiusi i parchi cittadini, sono entrati in azione 200 mezzi spargisale e spazzaneve e 800 persone per liberare le strade in seguito alla neve che è caduta fino alla mattinata inoltrata. Nel capoluogo lombardo, un uomo è stato colto da un arresto cardiaco mentre spalava la neve. Soccorso, è stato trasportato in codice rosso in ospedale. Una donna, invece, è stata colpita alle gambe da un traliccio caduto a causa della neve, senza gravi conseguenze. E un uomo di 69 anni, a Seregno, in Brianza, ha riportato una commozione cerebrale e la frattura di una clavicola perché colpito da un ramo caduto a causa del maltempo.

A Genova, sono stati fermati nel porto i tir per evitare la congestione del traffico. Sulla A10 chiuso per circa un’ora il casello di Genova-Prà per la pulizia della carreggiata. Disagi anche sulla A6 Torino-Savona, dove è entrato in vigore il blocco dei tir sopra le 7,5 tonnellate diretti a Savona, che devono uscire a Carmagnola. Rischio gelo sulla A32 Torino-Bardonecchia. Difficoltà per la neve in A10 nel tratto da Finale Ligure verso Savona. In Toscana, un albero, probabilmente a causa del forte vento, è caduto sulla carreggiata della superstrada Firenze-Siena. Il traffico è stato bloccato in entrambe le direzioni tra le uscite di San Casciano (Firenze) e Impruneta (Firenze). Interrotti i collegamenti con le isole d’Elba e di Capraia.

Causa criticità legate al maltempo Protezione civile ha disposto evacuazione nell’area dell’idroscalo di Roma. Sono 12 le persone che lunedì sera sono state costrette a lasciare le proprie case a causa di allagamenti e per le  quali sono state attivate dal municipio le procedure per l’assistenza alloggiativa. La Polizia Locale, per motivi di sicurezza, ha provveduto alla chiusura di alcune vie della zona maggiormente colpite, come via delle Canoe e via della Carlinga. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata