Coinvolta la filiale di Intesa San Paolo di corso Re Umberto

I carabinieri della stazione San Secondo di Torino hanno arrestato una coppia di trentenni romeni accusati di furto aggravato ai danni di un bancomat della filiale di Intesa San Paolo di corso Re Umberto nel capoluogo piemontese. Fondamentale è stato il direttore dell’istituto di credito che per primo si è accorto della manomissione del bancomat e ha informato i militari che hanno fatto scattare l’operazione. La tecnica usata dai malviventi consiste nell’inserire una barra in alluminio nell’erogatore di denaro del bancomat, così da impedire la fuoriuscita delle banconote al cliente che tenta il prelievo. I soldi però rimangono attaccati alla “forchetta” e i ladri possono recuperarli in un secondo momento. Ad attenderli però i due malvienti in questione hanno trovato i carabinieri che hanno fatto scattare l’arresto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata