Almeno 11 coltellate al petto, all'addome e alla trachea, verosimilmente con un coltello con una lama lunga 20 centimetri trovato sulla scena del crimine e poi il corpo dato alle fiamme

Sono i risultati dell’autopsia che hanno portato nel corso della notte i Carabinieri del Comando provinciale di Messina ad eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Ettore Rossitto, 56 anni, pregiudicato di Milazzo (Messina) ritenuto responsabile del delitto di omicidio premeditato e distruzione di cadavere, commesso contro Giovanni Salmeri, pensionato 73enne, che aveva ritirato poco prima una pensione di 650 euro. Rossitto è stato portato nel carcere di Messina.

Il provvedimento restrittivo scaturisce dagli esiti delle indagini svolte dal nucleo investigativo di Messina, con il supporto della compagnia Carabinieri di Milazzo, dopo il rinvenimento, avvenuto il 29 luglio scorso, nei pressi di una discarica abusiva in località Scaccia di Milazzo, del cadavere carbonizzato di un uomo, con varie ferite d’arma da taglio. Il corpo della vittima era irriconoscibile e, dopo il primo soprallugo, sono stati trovati solo un cappellino parzialmente bruciato, un portafoglio contenente un euro, tre mazzi di chiavi e un coltellaccio da cucina, ma non c’erano documenti identificativi, né effetti personali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata