La latitanza del detenuto Giuseppe Mastini, irreperibile dal 5 settembre, è durata solo 10 giorni

(LaPresse) E' accusata di aver aiutato il compagno Giuseppe Mastini, conosciuto come Johnny lo Zingaro, durante l'evasione dell'uomo dal carcere di Sassari, avvenuta il 5 settembre scorso al termine di un permesso premio. La donna è stata arrestata mercoledì mattina assieme ad altri tre sassaresi, tutti ritenuti responsabili del reato di “procurata evasione”. Il personale delle Squadre Mobili di Sassari e Cagliari, in collaborazione con il S.C.O. e il Nucleo Investigativo Centrale (N.I.C.) della Polizia Penitenziaria, aveva individuato e tratto in arresto Mastini dopo 10 giorni di latitanza, il 15 settembre scorso: il detenuto si trovava in un'abitazione/covo nella periferia della città sarda, risultata essere di proprietà di un altro uomo, tratto in arresto assieme alo stesso Mastini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata