Test di mass di massa a Nanchino e altre 25 città in 11 province

(LaPresse) Tamponi di massa e controlli rafforzati in Cina dopo il recente focolaio di casi di Covid che ha avuto origine nella città di Nanchino, capitale dello Jiangsu, nell’est del Paese. L’epidemia si è diffusa in 26 città in 11 province, secondo i media ufficiali. Secondo la commissione sanitaria nazionale, domenica sono stati confermati 55 nuovi casi e il principale ceppo di coronavirus che si sta diffondendo ora è la variante delta. La città con una popolazione di oltre 9,3 milioni di persone ha immediatamente avviato test di massa dopo alcune infezioni sono emerse il 20 luglio presso l’aeroporto internazionale di Nanjing Lukou. Nella città di Yangzhou, nella provincia di Jiangsu, sono stati prelevati campioni da oltre 1,4 milioni di persone per il secondo ciclo di test di massa dopo alcuni casi di COVID-19 trasmessi localmente. Domenica, a Yangzhou erano 54 i contagi totali registrati, da quando sono iniziate a emergere nuove infezioni il 20 luglio. Nella capitale Pechino ai residenti è stato consigliato di non lasciare la città. Un quartiere residenziale a Xiamen, nella provincia sudorientale del Fujian, è stato chiuso a causa di diversi casi confermati e quasi 15.000 residenti hanno effettuato due test di massa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata