Su vaccinazione eterologa "non cè una raccomandazione"

“Siamo consapevoli dell’impatto delle varianti del virus, che è un tema importante anche nel resto del mondo. I quattro vaccini approvati dall’Ema sembrano proteggere da tutte le varianti, compresa la variante Delta. Abbiamo avuto scambi di opinione con altre agenzie regolatorie nel resto del mondo. Le evidenze che abbiamo mostrano che due dosi di vaccino proteggono dalla variante Delta e che gli anticorpi sono capaci di neutralizzarla”. Lo ha affermato il Responsabile della task force sulla strategia vaccinale dell’Ema, Marco Cavaleri.

La vaccinazione eterologa

Alcuni Paesi stanno impiegando l’uso di due dosi di vaccini diverse e sembra che il metodo sia “abbia avuto successo. Non abbiamo una definitiva raccomandazione ma abbiamo visto che i dati preliminari dalla Spagna e dalla Germania ci danno risposte soddisfacenti e non destano preoccupazioni”. Lo ha affermato il Responsabile della task force sulla strategia vaccinale dell’Ema, Marco Cavaleri, che ha portato come esempio quello della prima dose di AstraZeneca e la seconda Pfizer e ha detto che l’Ema sta facendo una revisione su questo tema.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata