Il direttore: "Siamo in guerra, dobbiamo uscire dalla pandemia"

(LaPresse) “Già da tempo avevamo auspicato che ci fosse un superamento della logica del brevetto e della proprietà intellettuale. Quindi bene Biden, anzi ci aspettiamo che anche il nostro governo si aggiunga alla voce di Biden e si esca da logiche di guerra industriale, politica, geopolitica. Il vaccino deve essere un bene veramente comune a disposizione di tutti, poveri e ricchi”. Così il direttore sanitario dell’ospedale Spallanzani, Francesco Vaia all’agenzia La Presse. “Abbiamo bisogno di più dosi e quindi che anche chi è in grado di produrle ma non ha il brevetto sia messo in condizione di farlo. Certo per un tempo determinato – ha aggiunto Vaia – transitorio, non si tratta di andare contro gli interessi seppur legittimi delle aziende ma noi dobbiamo uscire da questa pandemia, siamo in guerra e in guerra non si guarda ai codicilli. Il mio appello, l’appello dello Spallanzani è quello di unirsi allora al presidente americano”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata