Il criterio di priorità sarà quello di vaccinare progressivamente partendo dalle isole che hanno maggiori fragilità in termini di rischio epidemiologico e carenza di adeguati presidi sanitari

Nella riunione con i sindaci delle isole minori, si è trattato il tema della campagna vaccinale ed in tale ambito si procederà con le vaccinazioni di massa con il supporto della Difesa e Protezione Civile. Il criterio di priorità sarà quello di vaccinare progressivamente partendo dalle isole che hanno maggiori fragilità in termini di rischio epidemiologico e carenza di adeguati presidi sanitari. È quanto si apprende dall’ufficio del commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo al termine della riunione con i sindaci delle isole minori, in cui si è trattato il tema della campagna vaccinale e in cui sono state analizzate le problematiche inerenti l’emergenza Covid relative ai presidi sanitari, ai trasporti, alla scuola e alla ripartenza del turismo.

Oltre al ministro per gli Affari regionali, Meriastella Gelmini, hanno partecipato al vertice anche il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia e il ministro della Salute, Roberto Speranza e il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata