Informativa del ministro della Salute alla Camera

(LaPresse) “Come ho ricordato, nel secondo trimestre, i contratti europei prevedono circa 50 milioni di vaccini in arrivo nel nostro paese. È di ieri la notizia che Pfizer anticiperà per l’Unione europea 50 milioni di dosi dal 4° al 2° trimestre. È un’ottima notizia che porterà in Italia il 13,46% di questi 50 milioni, poco meno di 7 milioni. Prudenzialmente, il commissario straordinario Figliuolo sta lavorando su una base di 45 milioni di vaccini in arrivo entro giugno”. Così il ministro della salute, Roberto Speranza, nelle comunicazioni alla Camera sul piano vaccini. “45 milioni di dosi in un trimestre ci mettono nelle condizioni di completare le fasce anagrafiche più a rischio. Abbiamo somministrato la prima dose al 76 percento delle persone con più di 80 anni. Mentre siamo al 30 percento di quelle tra 70 e 80 anni. Il nostro obiettivo è entro il trimestre somministrare la prima dose al target sopra i 60 anni dove si sono concentrati il 95 per cento dei decessi”, conclude Speranza. DISTRIBUTION FREE OF CHARGE – NOT FOR SALE

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata