La raccomandazione del Comitato tecnico scientifico sarebbe quella di vaccinare il più velocemente possibile tutta la popolazione per limitare le varianti

Vaccinare il più velocemente possibile il maggior numero di persone per limitare la diffusione delle varianti. E’ la raccomandazione, a quanto apprende LaPresse, del Comitato tecnico scientifico emersa nel corso della riunione di stamattina, convocata dopo che il governo ha chiesto di valutare nuove misure per rispondere all’aumento dei contagi.

L’esecutivo, alle prese con la diffusione delle varianti, sta valutando un’ulteriore stretta. Questa mattina la nuova riunione del Comitato tecnico scientifico per fare il punto della situazione e valutare eventuali nuove misure. Al vaglio di governo ed esperti c’è la possibilità di anticipare il coprifuoco e di estendere il parametro già applicato per la chiusura delle scuole dei 250 casi positivi su 100mila abitanti per far scattare in automatico la zona rossa. Si valuterà anche l’istituzione di lockdown nei fine settimana per provare a ‘raffreddare’ la curva dei contagi. Il “nuovo peggioramento dell’emergenza sanitaria” di cui parla Draghi nel videomessaggio inviato alla Conferenza ‘Verso una Strategia Nazionale sulla parità di genere’ sembra imporre a stretto giro un aggiornamento del Dpcm entrato in vigore da appena un paio di giorni. “Il governo deve fare la sua parte, anzi deve cercare ogni giorno di fare di più” dichiara l’ex presidente della Bce indicando nell’accelerazione del piano vaccini una via d’uscita non così lontana. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata