L'annuncio della vicepresidente e assessore al Welfare di Lombardia, Letizia Moratti

Oggi il presidente della Lombardia Attilio Fontana “emanerà una ordinanza per la istituzione – in tutta la provincia di Brescia e nei comuni di Viadanica, Predore San Martino, Sarnico, Villongo, Castelli Calepio, Credaro e Gandosso in provincia di Bergamo e Soncino in provincia di Mantova – di una zona arancione ‘rafforzata'”. Ad annunciarlo la vicepresidente e assessore al Welfare di Lombardia, Letizia Moratti, in una comunicazione al Consiglio Regionale a Palazzo Pirelli a Milano. In dettaglio, l’ordinanza prevederà “oltre alle normali misure di zona Arancione anche la chiusura scuole elementari, infanzia e nidi, divieto di recarsi presso le seconde case, utilizzo obbligatorio di Smart Working ove possibile; l’utilizzo delle mascherine chirurgiche sui mezzi di trasporto; chiusura delle attività universitarie in presenza”.

“I dati mostrano che a Brescia è evidente una terza ondata: è il punto che va aggredito e su cui bisogna intervenire immediatamente”. Così il consulente alla vaccinazione in Lombardia Guido Bertolaso in una comunicazione al Consiglio Regionale a Palazzo Pirelli a Milano ricordando che a preoccupare è soprattutto la presenza della variante inglese. “Da giovedì inizieremo a vaccinare i territori al confine” delle province di Brescia e Bergamo e poi andremo verso Brescia vaccinando i comuni che risultano avere questo genere di patologie” ha aggiunto Bertolaso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata