Lo ha reso noto Antonia Ricci, direttore generale dell'Istituto zooprofilattico delle Venezie

“Nell’ambito piano di sorveglianza sulle positività al Covid-19 attivato per i Mondiali di sci di Cortina d’Ampezzo, in quattro su sei dei campioni che abbiamo sequenziato abbiamo riscontrato la variante inglese”. Lo ha reso noto Antonia Ricci, direttore generale dell’Istituto zooprofilattico delle Venezie, che sta effettuando l’attività di sequenziazione genetica del virus. “Si tratta di soggetti tutti residenti in Italia”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata