Il commissario all'emergenza: "Pretendiamo che i fornitori rispettino gli impegni"

Come Pfizer e AstraZeneca, anche Moderna annuncia un taglio nelle consegne di vaccino. Lo comunica Domenico Arcuri. “Per la settimana dell’8 febbraio, delle previste 166mila dosi, ne consegnerà 132mila, il 20% in meno. Il nostro stupore, la nostra preoccupazione e il nostro sconforto aumentano, purtroppo ormai quasi ogni giorno le previsioni su andamento e durata della campagna vaccinale subiscono una rettifica”, spiega il commissario per l’emergenza, che poi aggiunge: “Ci mancano almeno 300 mila dosi di vaccino, che ci avrebbero dovuto consegnare e che invece non sono arrivate. Pretendiamo che i fornitori rispettino gli impegni che hanno sottoscritto. Il vaccino non è una bibita o una merendina, è l’unico antidoto per uscire da una notte che dura un anno”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata