Non è bastato l’indice Rt a 0,97, quindi sotto quell’1 che fa scattare l’allerta, a salvare la Sardegna dal passaggio in zona arancione. La pressione sulle terapie intensive occupate al 31%, a fronte della soglia massima fissata al 30%, e il tasso di positività quasi raddoppiato nel giro di 24 ore (dal 3,97% di giovedì al 6% di ieri, stando ai dati diffusi dalla Regione), hanno comportato lo spostamento dell’isola dalla zona gialla. L’ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza entrerà in vigore alla mezzanotte di domenica 24 gennaio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata